Salta il regalino a Poste del governo riconoscente

Prima lo sconto sulle lettere all’estero, poi un redditizio emendamento Pd. Sparito

Vertici e lobbisti di Poste Italiane ci sono rimasti male: “Avevamo avuto rassicurazioni da Palazzo Chigi”. Evidentemente il manager Francesco Caio non conta quanto ’o governatore Vincenzo De Luca e l’emendamento con dentro un regalino alla società pubblica – ma sempre in via di privatizzazione – non è riuscito a entrare nella manovra approvata ieri […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.