Sala ineleggibile, pronto il ricorso. Lui: “Infami”

Non c’è ancora la prova dell’accettazione delle dimissioni da commissario Expo. Per legge il doppio incarico gli impone il ritiro

Tanto rumore per nulla, dice Giuseppe Sala. Il problema della ineleggibilità a sindaco, in quanto ancora commissario Expo, non esiste: “Ho mandato le dimissioni il 15 gennaio”. Eppure ha firmato il Rendiconto 2015 il 3 febbraio, come documentato ieri dal Fatto Quotidiano. “Se vogliamo essere precisi”, risponde il candidato del centrosinistra a Milano, “ho firmato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.