Sakande, il migrante porta il freddo in Africa

Da quasi vent’anni nel nostro paese, ha rilevato un’azienda del bolognese e produce frigoriferi per la sua gente. E per questo ha premi e riconoscimenti
Sakande, il migrante porta il freddo in Africa

Portare il freddo in Africa per evitare che il cibo prodotto venga buttato prima di arrivare sul tavolo dei consumatori. In un’epoca di tecnologie avanzate, uno spreco davvero paradossale, soprattutto in un continente dove la fame uccide così tanto”: è questa l’ultima scommessa di Madi Sakande, originario di Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, in Italia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.