Sadiq, suddito dell’Impero ora guida il cuore del regno

“Scala sociale”. Figlio di migranti dell’ex colonia pachistana da bambino-lavoratore a primo cittadino della megalopoli britannica
Sadiq, suddito dell’Impero  ora guida il cuore del regno

È la vendetta dei sudditi dell’Impero. Ed è anche un po’ la voglia dei londinesi di allontanare lo spettro del Brexit. È l’immaginifica rivincita degli immigrati, in una città di 8 milioni e mezzo di abitanti, il 37,5% stranieri. Di prima, seconda, terza generazione, poco importa. Il successore di Boris Johnson e nuovo sindaco laburista […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.