“Russo il piccoletto lo manda Lotti. Non gli rispondete”

L’intercettazione - Dopo la soffiata che avvertì Consip delle microspie una delle segretarie lasciò l’ordine: “Marroni ha fatto segno di no”
“Russo il piccoletto lo manda Lotti. Non gli rispondete”

Non ci sono solo i messaggi inviati a Michele Emiliano, e svelati dal Fatto, con i quali il ministro Luca Lotti suggeriva nell’ottobre 2014 un incontro con l’imprenditore Carlo Russo, amico del papà di Matteo Renzi. In molte occasioni, nelle carte dell’inchiesta, emerge dalle telefonate l’esistenza del rapporto tra Russo e l’attuale ministro. Più persone […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.