“Rouen, il nostro fallimento”

Il premier Valls ammette gli errori sugli sgozzatori di padre Jacques e chiede di bloccare i finanziamenti stranieri per la costruzione di moschee. Inchiesta, c’è il primo incriminato
“Rouen, il nostro fallimento”

Rimettere in libertà Adel Kermiche, sgozzatore di padre Jacques Hemel, sotto braccialetto elettronico è stato un errore. Di più, un “fallimento”. Lo ha dovuto ammettere il premier Manuel Valls, di fronte alle evidenti lacune dell’antiterrorismo. Il 19enne, schedato “S” perché radicalizzato, ha massacrato l’anziano sacerdote nella chiesa di Saint-Étienne- du-Rouvray proprio durante le ore di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.