Roma città all’aperto, multe e sgomberi per i migranti

Dal 30 settembre sette volte la polizia ha fatto irruzione tra le tende E c’è anche un verbale per occupazione abusiva di suolo pubblico
Roma città all’aperto, multe e sgomberi per i migranti

Sono le 5 del mattino, in un parcheggio vicino alla grande stazione Tiburtina di Roma, circa duecento migranti dormono nella tendopoli allestita dai volontari di Baobab Experience e di Medu, medici per i diritti umani. Sirene, blindati della polizia, auto dei vigili, camion dell’Ama, la società della raccolta dei rifiuti spesso nell’occhio del ciclone per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.