Rolex, champagne e baci d’onore: patti criminali in Rete

Su Facebook anche le minacce ai clan rivali
Rolex, champagne e baci d’onore: patti criminali in Rete

Un Leonardo DiCaprio cattivo, ricoperto di tatuaggi, Rolex in bella vista e concentrato a caricare una 7.65. Un fotomontaggio di Al Pacino, immerso in una montagna di cocaina: “Il mondo va male perché ci sono più leccaculo che ribelli”, è la frase che gli è stata incollata accanto. “Andrà tutto bene, i leoni la pensano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.