Riina parla: “Non interrompete l’udienza”

Rapido 904 - Chiesto per il boss un altro ergastolo, la sentenza arriverà il 21 giugno
Riina parla: “Non interrompete l’udienza”

Alla vigilia dell’udienza, l’avvocato Luca Cianferoni aveva dato sfogo a tutto il suo pessimismo: “La salute di Totò Riina si è così aggravata che difficilmente potrà presenziare al processo per la strage del Rapido 904” (16 morti nel 1984), il cui appello è in corso a Firenze. Ma ieri mattina, in barba alle fosche previsioni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.