Regeni, nei tabulati la pista del “traditore”

Inviate a Roma informazioni parziali sulle chiamate dei contatti del giovane. Il sospetto: una talpa fra i sindacalisti
Regeni, nei tabulati la pista del “traditore”

Un “tradimento” avvenuto proprio nel mondo che frequentava Giulio Regeni, trovato senza vita al Cairo lo scorso 3 febbraio. Che si tratti dei sindacati indipendenti sul quale il ragazzo friulano concentrava il proprio lavoro per l’Università di Oxford o qualcuno che sapeva semplicemente di quelle ricerche, non è ancora chiaro. Ma il sospetto degli inquirenti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.