Regeni e la “verità” di Al Sisi che fa comodo a (quasi) tutti

Le promesse del raìs più forti della realtà dell’omicidio
Regeni e la “verità” di Al Sisi che fa comodo a (quasi) tutti

Dall’assassinio di Giulio Regeni soltanto al Cairo è accaduto quanto segue: sono spariti nel nulla due studenti turchi (e probabilmente altri egiziani, dei quali però mai si parla); la polizia ha chiuso con un pretesto l’unico centro che curava le ferite fisiche e psicologiche inflitte a migliaia di torturati; sono stati arrestati per aver bestemmiato […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.