Referendum, la variabile “sisma” lo spinge più in là

A Palazzo Chigi valutano di allungare la data al 4 dicembre Il premier fissa al 13 ottobre la scadenza per la decisione. Ma si confonde
Referendum, la variabile “sisma” lo spinge più in là

Spostare la data del referendum più in là possibile: l’operazione a Palazzo Chigi è in atto. Per far dimenticare il fatto che Matteo Renzi aveva chiamato al plebiscito su di sé; per distanziarlo dal terremoto che ha colpito il Centro Italia; sperando di aver sistemato nel frattempo più sfollati possibile; per varare la Finanziaria, cercando […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.