Re Giorgio se n’è ghiuto e soli ci ha lasciato!

Niente, ci lascia, s’è stancato e dunque ci punirà con un progressivo distacco, tipo quei tossici che scalano col metadone: “Le vicende del governo e della quotidiana dialettica politica intendo seguirle con sempre maggiore distacco sulla base dell’esperienza compiuta in rapporto al problema della riforma costituzionale (?, ndr). Conto di dedicarmi piuttosto a testimonianze e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.