Raggi prova a reagire, ma il Direttorio è spaccato

Repliche - La sindaca promette tagli agli stipendi e più collegialità nelle scelte. I vertici nazionali, però, si dividono persino su cosa scrivere in una lettera di sostegno

Nel Campidoglio che pare una trincea dopo la battaglia, la sindaca ostenta sicurezza: “Queste dimissioni non ci spaventano, diamo fastidio ai poteri forti ma siamo uniti e determinati”. E rilancia promettendo tagli agli stipendi e più collegialità nelle decisioni. Però, poi, la realtà racconta anche che il Direttorio del M5S ieri aveva preparato un post […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.