Quando il Capo non voleva gli “yesmen”

Ricordi - Era a favore delle preferenze e contro i partiti che controllano chi viene eletto
Quando il Capo non voleva gli “yesmen”

La questione, riguardo alla legge elettorale presentata dal Pd alla Camera, è semplice: per com’è congegnata non garantisce il rapporto tra il voto del singolo cittadino e coloro che saranno eletti in Parlamento. Proprio ciò che chiedeva la sentenza con cui la Corte costituzionale bocciò il Porcellum a fine 2013. In sostanza – attraverso il […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.