Quando Franceschini era “contro il Paese”

In archivio - Il ministro fa il mazziere renziano anti-No: parole e opere della sua vita precedente
Quando Franceschini era “contro il Paese”

Ciriaco De Mita, una volta che era arrabbiato, disse che i giovani virgulti Dc Enrico Letta e Dario Franceschini erano l’uno “dannoso” e l’altro “inutile”. Giudizi ingenerosi, certo, e specialmente il secondo ora che l’attuale ministro dei Beni culturali s’è scoperto un’anima viriloide e guerresca ed è dunque forse assai più dannoso che inutile. Domenicadalle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.