Qualcosa si muove allo Strega. Non i voti, l’automobile sponsor

Matteo Nucci, uno dei finalisti della cinquina, racconta le richieste di una casa automobilistica partner del premio: scrivere un racconto e posare per uno “shooting”
Qualcosa si muove allo Strega. Non i voti, l’automobile sponsor

Prius (che prima di un’automobile è un avverbio latino, per l’appunto vuol dire “prima”), vi diciamo che dopo svariate prove, ci siamo arresi e abbiamo scritto l’articolo che state per leggere nel classico modo: seduti. Volevamo farlo in movimento, per essere più dinamici e in sintonia con l’argomento. Ma niente, non ci siamo riusciti, nemmeno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.