“Putin boia”: il grido delle madri di Beslan

Ossezia - Arrestate le donne che chiedevano giustizia per i parenti uccisi nel 2004
“Putin boia”: il grido delle madri di Beslan

C’è chi non si rassegna a chiedere giustizia e, per questo, viene arrestata e condannata ai lavori socialmente utili. Al grido “Putin boia di Beslan”, la scritta anche sulle magliette, giovedì sera alcune manifestanti sono state aggredite dalla polizia, percosse e arrestate davanti alla palestra della scuola n. 1 della cittadina dell’Ossezia del Nord dove, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.