Pugnalate e altre trame: soap opera Brexit

Approfittando delle vendette tra gli esponenti conservatori anti-Ue la ministra favorita per il dopo-Cameron
Pugnalate e altre trame: soap opera Brexit

Due donne sole al comando. Nella corsa alla leadership del partito conservatore dopo le dimissioni del premier David Cameron, prima è arrivata Theresa May, ministra dell’Interno, anti-Brexit, la favorita della vigilia, che ha raccolto una maggioranza schiacciante a quota 165. Seconda la new entry Andrea Leadsom, ministra dell’Energia, con 66 voti. Determinatissima, si è fatta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.