Provenzano, riassolto Mori. Processo Trattativa più difficile

L’Appello conferma l’assoluzione: nel ’95 la mancata cattura del padrino non fu dolosa I pm del Patto tra Stato e Cosa Nostra: “Occasione mancata, c’erano gli elementi per la condanna”
Provenzano, riassolto Mori. Processo Trattativa più difficile

Nessun favoreggiamento consapevole a Bernardo Provenzano. Nessuna condotta dolosa. Se quella mattina del 31 ottobre ’95 Mario Mori e Mauro Obinu rifiutarono di ordinare il blitz di Mezzojuso, consentendo di fatto al boss di sottrarsi alla cattura, non lo fecero con la volontà di agevolare la fuga del padrino. La quinta sezione della Corte d’appello […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.