Prossima fermata Raqqa: intanto pioggia di razzi (e morti)

Prossima fermata Raqqa: intanto pioggia di razzi (e morti)

Anche ieri le bombe della coalizione internazionale contro l’Isis hanno colpito in Siria, esattamente a Raqqa, “capitale” dello Stato islamico e prossimo obiettivo sul terreno delle composite armate anti-jihad nelle quali il ruolo principale spetta ai curdi appoggiati direttamente dagli americani, ma aiutati anche dai russi (e motivo di scontro con il presidente turco Erdogan […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.