“Prigioniero dei suoni. Così riesco a evadere”

Il primo album da “acufenizzato”. Il cantautore soffre da due anni del disturbo uditivo: “Ogni brano un capitolo dal carcere per liberarmi delle sbarre e di me stesso”
“Prigioniero dei suoni. Così riesco a evadere”

L’acufene è un disturbo uditivo, un fastidio costante, un ronzio così forte da influire sulla qualità della vita di chi ne soffre. Caparezza ha deciso di dedicargli il suo ultimo album: Prisoner 709. Un percorso liberatorio fatto di inquietudine, paure ma anche coraggio e voglia di ricominciare. “Questo è il disco della mia prigionia – […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.