Preso Marcello Pesce, boss della ’ndrangheta condannato a 16 anni

Preso Marcello Pesce, boss della ’ndrangheta condannato a 16 anni

Era a casa, senza armi ma con molti libri che ha chiesto di portare in carcere. Da Proust a Sartre, da Tosltoy a Camus passando per lo scrittore cileno Roberto Bolano. Si è conclusa dopo sei anni la latitanza del boss Marcello Pesce, detto “il Ballerino”, lo stratega della ‘ndrangheta di Rosarno. È stato arrestato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.