“Prenderemo i killer di Giulio”: parola di Sadek

A Roma colloquio di 50 minuti del procuratore del Cairo con i genitori del ricercatore seviziato e ucciso in Egitto
“Prenderemo i killer di Giulio”: parola di Sadek

Cinquanta minuti. Tanto è durato l’incontro tra il procuratore generale della Repubblica araba d’Egitto Nabil Ahmed Sadek e Paola e Claudio, i genitori di Giulio Regeni, il ricercatore trovato senza vita al Cairo lo scorso 3 febbraio. Nella caserma di Polizia di via Guido Reni, a Roma, ieri la famiglia del giovane ha guardato negli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.