Povera Marianna, un rosario di bocciature

Rimandata - La Consulta ha già dichiarato illegittimi gli articoli su dirigenti e servizi pubblici
Povera Marianna, un rosario di bocciature

La riforma della Pubblica amministrazione, varata nell’agosto del 2015, nelle intenzioni del governo di Matteo Renzi doveva “ricostruire la fiducia tra cittadini e Stato, recuperando risorse per restituirle sotto forma di servizi”. Invece da due anni il provvedimento del ministro della P.A. Marianna Madia non fa che accumulare bocciature nelle aule di tribunale. L’ultima è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.