Politici, riflettete prima di parlare e siate credibili

Invece di discutere delle categorie “odio e amore” per cercare di spiegare il calo di popolarità di Matteo Renzi, come ha fatto lo psicoanalista Massimo Recalcati su Repubblica del 17 luglio, i nostri intellettuali dovrebbero forse riflettere sul significato della parola “credibilità”. Fino a una quindicina di anni fa per ogni personaggio pubblico o istituzione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.