Peugeot-Opel: va ai francesi la “tedesca” sempre in rosso

Affare da 2,2 miliardi: Gm vende al colosso transalpino la casa di Rüsselsheim che dal 1999 registra solo perdite. Nasce il secondo gruppo europeo, rischiano seimila dipendenti
Peugeot-Opel: va ai francesi la “tedesca” sempre in rosso

Opel è nata tedesca nel 1892 quando ancora fabbricava macchine da cucire, è cresciuta americana (all’80% dal 1929 e completamente dal 1931) e adesso è francese. Nel 2009 aveva rischiato di diventare italiana, anche se poi l’ipotesi Fiat non era andata in porto, mentre nel 2014 pare volesse acquisirla Volkswagen, ma il prezzo fu considerato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.