Pesaro, il “millennial” di Matteo picchia l’arbitro

Gianluca Vichi - Sospeso dai campi di gioco fino al 2020, si è dovuto dimettere dalla direzione del Pd
Pesaro, il “millennial” di Matteo picchia l’arbitro

Squalificato sul campo. E pure dal Pd. La ginocchiata nelle costole rifilata ad un arbitro costa caro a Gianluca Vichi, il “millennial” pupillo di Matteo Renzi: due anni di inibizione dalle gare della sua squadra, e anche il posto in direzione nazionale del partito. Le dimissioni per il brutto gesto compiuto sul terreno da gioco […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.