Peres, la colomba cinica Nobel della pace impossibile

Amato all’estero, assai meno in patria. Scaltro nelle intese di governo come negli accordi con i palestinesi. Abile oratore, amava lo shopping in Italia. È morto a 93 anni
Peres, la colomba cinica Nobel della pace impossibile

Una volta Shimon Peres mi sparlò di un vecchio rabbino ultraortodosso che guidava un partitino e disponeva di una manciata di voti alla Knesset, utili per consolidare la traballante coalizione di governo che Peres cercava di mettere in piedi. Una situazione assai tipica della turbolenta democrazia israeliana. Shimon era molto rispettato all’estero, ma irrilevante in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.