Perché leggere Omero a vent’anni può essere davvero meraviglioso

I giganti della letteratura classica sono labirinti magnifici in cui vale la pena perdersi, ma con la parola scritta abbiamo un rapporto personale, l’esperienza di amare un libro non può essere indotta
Perché leggere Omero a vent’anni può essere davvero meraviglioso

“I ragazzi dovrebbero leggere i classici. I ragazzi dovrebbero leggere Omero”. Sono frasi che si sentono dire, qualche volta, da professori di liceo. Motivarle non è semplice, però, perché non è semplice spiegare in che modo un ragazzo, di solito preso da tutt’altre cose, dovrebbe confrontarsi con testi che hanno più di 2500 anni e sono […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.