“Per lui ho perso un torneo: lo guardavo e ridevo sempre”

Adriano Panatta - A un anno dalla morte di Villaggio il tennista racconta l’amicizia, i confronti e un viaggio in auto
“Per lui ho perso un torneo: lo guardavo e ridevo sempre”

È morto Lucio Dalla. La voce correva lungo la banchina a Roma Termini e tutte le persone si avvicinavano a Paolo per parlare con lui. Parlavano di Dalla, di come era morto e Paolo con perizia e cura cercava di essere molto preciso nelle risposte, aveva una parola di conforto per tutti quelli che sembravano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.