Per capire la cultura del Male prima e dopo la Shoah

La spiritualità segreta dei “marrani” nelle campagne antisemite in Spagna

La cultura del bene ha le sue grandi invenzioni. Per esempio la scoperta della pietà che consente il soccorso, della identificazione che permette di accettare esistenza e dignità dell’altro, del rapporto fra invenzione e realtà che porta al mondo infido e avventuroso del rapporto fra verità e menzogna. La cultura del male ha lavorato alacremente […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.