Paola Egonu, stella in ritardo del volley femminile italiano

Non ama definirsi leader: “La pallavolo è un gioco di squadra”. Ma è insostituibile Venerdì la schiacciatrice incontrerà la rivale cinese Zhu Ting. Sfida difficile, non impossibile
Paola Egonu, stella in ritardo del volley femminile italiano

Che Paola Ogechi Egonu sia una giocatrice al di sopra di ogni standard lo suggerisce anche l’intelligenza con cui sorvola su alcune domande poco proprie che talora le vengono rivolte: per esempio, a chi le chiedeva se si sentisse Zaytsev al femminile fermamente rispondeva “No!”. E di certo non per antipatia. “Noi siamo le prime […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.