Panama Papers, la gola profonda vuole collaborare

La fonte (si fa chiamare John Doe) spiega il perché delle rivelazioni: “Basta tutelare i potenti, molti giornali e tv hanno deciso di tacere”
Panama Papers, la gola profonda vuole collaborare

John Doe si è rifatto vivo e ha spiegato le ragioni della sua crociata contro l’evasione planetaria. Dietro il nome fittizio si nasconde il Robin Hood del Terzo millennio che ha sfilato a ricchi e potenti la possibilità di sottrarre i loro affari a una equa tassazione attraverso la messa a disposizione di oltre 11 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.