Palermo, debutta il post-Pd. La lista a metà con Alfano

Il nome - “Democratici e Popolari”. Prove generali per le Regionali di ottobre, quando potrebbe essere candidato il ministro degli Esteri
Palermo, debutta il post-Pd. La lista a metà con Alfano

Quello che è successo a Palermo è il segno di un partito in crisi, un partito prostrato”. Si parla del Pd, e lo dice Andrea Orlando. Lo stesso Orlando ministro della Giustizia nel governo Renzi fino a dicembre (e oggi Guardasigilli sotto Gentiloni): miracoli del Congresso e della politica; le stagioni durano meno degli acquazzoni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.