“Ossa rotte e protesi d’oro”. Arrestato il superprimario

Il capo dell’Ortopedia dell’ospedale Pini accusato di aver preso tangenti dai produttori di arti artificiali. Nelle intercettazioni parla di un femore spezzato: “Ho fatto una vecchietta per allenarmi”
“Ossa rotte e protesi d’oro”. Arrestato il superprimario

Nelle interviste in tv spiegava i casi in cui era consigliato impiantare protesi. Nella realtà, secondo i magistrati, non perdeva occasione per farlo, anche quando non ce n’era bisogno. Diceva perfino di rompere femori per esercitarsi. L’importante era operare. Al telefono parlava così: “Eh l’ho rotto (…) oggi ho fatto una vecchietta per allenarmi, no!”. […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.