“Ora la mafia cambia la Cupola e gli affari. E rischia altre guerre”

Roberto Scarpinato - Il procuratore generale di Palermo ipotizza tre scenari
“Ora la mafia cambia la Cupola e gli affari. E rischia altre guerre”

“La morte di un capo assoluto e carismatico come Totò Riina determina certamente un cambio d’epoca per Cosa Nostra”, sostiene Roberto Scarpinato, oggi procuratore generale a Palermo e in passato protagonista di tante indagini sulla mafia siciliana. “Ma il cambiamento è determinato anche da altre circostanze: in questi anni è completamente cambiato l’habitat sociale, economico […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.