Ora la Festa dell’Unità “imbavaglia” D’Alema

Il Lìder Massimo ha ricevuto un (raro) invito a una kermesse del partito. Ma a una condizione: parla solo di Esteri
Ora la Festa dell’Unità “imbavaglia” D’Alema

Preferirei parlare dello scenario internazionale”. Uno sguardo in tralice, una sistematina ai baffetti, era questo spesso l’esordio del Lìder Massimo, al secolo Massimo D’Alema, durante dibattiti pubblici o conversazioni private, di fronte a qualche succosa domanda di politica interna. Alla quale, però, con una certa apparente noncuranza, si apprestava a rispondere, con dichiarazioni sufficientemente taglienti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.