Opporsi per cercare la rotta. A Roma platea rossa per il No

Al Teatro Vittoria in centinaia per un incontro sulla riforma. Rodotà teme per la regolarità del voto all’estero, Zagrebelsky contro Napolitano: “Sulla revisione è andato oltre i suoi compiti”
Opporsi per cercare la rotta. A Roma platea rossa per il No

Si ritrovano per dire No. E forse dicono No anche per ritrovarsi, per darsi una rotta. In una fredda domenica mattina in centinaia riempiono il teatro Vittoria al Testaccio, antico cuore di Roma, per Le ragioni del No, dibattito organizzato dalla rivista Micromega e dall’europarlamentare Curzio Maltese. Ed è una mattinata rossa, nei colori e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.