“O-ne-stà”, un coro da colonna sonora

Come si cambia - Da Fossati a “Meno male che Silvio c’è”, le canzoni della politica
“O-ne-stà”, un coro da colonna sonora

È un coro che provoca brividi a tutti, sia alle élite innocentiste a priori che non sopportano la questione morale, sia soprattutto a quanti non si rassegnano all’atavica corruzione del potere. “O-ne-stà, o-ne-stà”: è stato il coro che ha sigillato l’altro giorno, di giovedì, l’insediamento di Virginia Raggi, nuovo sindaco di Roma. E proprio quell’urlo […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.