Nuovi ricoveri sospetti. I medici: “Impiantiamo! Quello ci porta le fighe”

Monza - Dopo gli arresti in ortopedia decine di pazienti hanno chiesto conto al Policlinico
Nuovi ricoveri sospetti. I medici: “Impiantiamo! Quello ci porta le fighe”

Al Policlinico di Monza ieri. Padiglione di ortopedia. L’edificio si chiama i Tigli. Si sale ai reparti, si scende agli ambulatori. Chi parla dopo la bufera? Nessuno. “Lei è? Ah giornalista, attenda”. Qualche camice bianco, pazienti anziani. “No – spiega la signora dietro al vetro – Luciano e Andrea Ghezzi sono in sala operatoria”. Voglia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.