Notte di guerra razziale. Cecchino killer di poliziotti

Cinque agenti ammazzati durante la marcia anti-razzista a Dallas. L’uomo avrebbe agito da solo. Il dolore del presidente in un paese diviso

A Dallas, città dell’agguato assassino al presidente John F. Kennedy, c’è stata una strage di poliziotti: 5 agenti uccisi e 7 feriti (fra loro due donne) insieme a due civili, quando almeno un uomo ha aperto il fuoco selezionando con cura gli obiettivi, durante una manifestazione contro gli abusi della polizia sui cittadini afro-americani. È […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.