“Nonna propaganda” non può morire: la voce atomica di Kim

L’annunciatrice 74enne in servizio effettivo permanente
“Nonna propaganda” non può morire: la voce atomica di Kim

Signorina propaganda ha ormai 74 anni e non assomiglia a se stessa da giovane. Addosso ha un joseon-ot rosa, costume diventato il suo segno di riconoscimento. Più che presentatrice del telegiornale di stato, Ri Chun Hee è l’icona della narrativa nordcoreana, sciamana mediatica del regime. Piange, trema, strepita, minaccia, maledice: “Stati Uniti, è l’ultimo avviso […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.