“Non volevo uccidere, il colpo è partito da solo”

“Non volevo uccidere, il colpo è partito da solo”

È ritornato subito ai fornelli Mario Cattaneo, riaprendo la sua osteria-tabaccheria di Gugnano di Casaletto Lodigiano, ha freddato un ladro che si era introdotto, con tre complici, all’interno del locale. Cattaneo spiega: “È andata così: mi hanno trascinato a terra per metri: volevano strapparmi il fucile. Non mollavo perché sapevo che c’era un colpo in […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.