Non togliete il rossetto a mia nonna

Non togliete il rossetto a mia nonna

Mia nonna ha vissuto la repressione sovietica dei moti Ungheresi del 56, ma non parla volentieri di questo fatto terribile. Mi racconta solo un episodio che può non sembrare importante ma che deve averla colpita. Salita sul tram il conducente la fece scendere perché si era messa un rossetto rosso, ma di un rosso intenso. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.