Non solo jihad, i soldati del Califfo investono sul traffico di esseri umani

Libia: Sabrata è il punto finale di una filiera che inizia in Eritrea e passa per il Sudan
Non solo jihad, i soldati del Califfo investono sul traffico di esseri umani

I casermoni di campagna nella periferia di Sabrata, città a 80 chilometri a ovest della capitale Tripoli, sono stracolmi di migranti. “Arrivano in città già con i soldi per partire. Ci restano per due o tre giorni al massimo, dentro i casermoni, e poi via sul barcone verso l’Italia”, racconta un uomo di Sabrata, chiedendo […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.