“Non siamo la cattiva scuola” Storie di docenti illusi e traditi

Oltre il Concorsone - Centinaia di racconti e aneddoti rivelano i limiti del sistema. Per i prof insegnare è diventata una corsa a ostacoli
“Non siamo la cattiva scuola” Storie di docenti illusi e traditi

Ridiamo per non piangere”: all’uscita del liceo di Roma, in via Tuscolana, in cui lunedì 18 docenti hanno svolto le prove scritte del concorsone per la classe di lettere (la più nutrita), il commento è questo. Due ore e mezzo per sei domande aperte e dieci quiz d’inglese. Si va dalla richiesta di elaborare una […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.