“Non si processa un sentimento, anche l’odio lo è”

“Non si processa un sentimento, anche l’odio lo è”

Non si processano i sentimmenti, e l’odio è uno di questi. Meglio un lungo percorso culturale per riconoscere e rispettare le diversità. Massimo Fini, scrittore ed editorialista del Fatto Quotidiano, lo sostiene da tempo e nel merito accoglie la proposta del ministro Fontana, pur partendo da basi diverse: “Sono assolutamente d’accordo”. Perché? Abbiamo ereditato dal […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.