Nomine di Ncd in Calabria: amicizie troppo pericolose

C’è la ’ndrangheta alla cornetta - Intercettazioni con i boss e terrore di essere arrestati dalla Dda non bastano: responsabili locali del partito
Nomine di Ncd in Calabria: amicizie troppo pericolose

Giuseppe Saletta e Alberto Morano non sono indagati. Tuttavia il primo, ex vicepresidente del consiglio provinciale di Reggio Calabria, era in contatto con il boss di Palmi e l’altro, ex assessore del Comune di Laureana di Borrello, è stato intercettato mentre manifestava la sua paura di essere arrestato dalla Direzione distrettuale antimafia. Entrambi, però, “contribuiranno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.