“Noi Putas Indignadas anarchiche e favorevoli a una nuova Repubblica”

Le prostitute di Barcellona con il fronte secessionista

Anche le prostitute s’indignano e votano per la “Repubblica” catalana contro lo Stato monarchico spagnolo. Le “Putas Indignadas” del Raval, il quartiere popolare della città vecchia, si autodefiniscono “femministe e indipendentiste catalane”, ha spiegato alla vigilia del voto la loro leader Janet, e hanno votato per il partito secessionista e antisistema Cup. Janet, 57 anni, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.